Search here...
TOP
Libri Sempreverdi

TempeStina

Quando c’è una tempesta è meglio essere in due.

E poi bisogna essere ben coperti, per andarle incontro.

Alzi la mano chi è ama i climi nordici!

Non sono la sola vero?

Ebbene TempeStina è un albo illustrato che vi farà immergere nel pieno del clima estivo nord-europeo. Dove le giornate sono lunghe e luminose, ma sempre fresche, e dove non si sa mai quando può arrivare una tempesta.

  • Titolo: TempeStina
  • Testo e illustrazioni: Lena Anderson
  • Casa editrice: Lupoguido
  • Anno: 2018 (prima ristampa 2020)
  • Edizione originale: Rabén & Sjögren, 1988, Svezia
  • Titolo originale: Storm-Stina
  • Traduzione: Laura Cangemi
  • Fascia d’età consigliata: dai 7 anni

La Trama

TempeStina è una bambina che trascorre tutte le estati nella casetta del nonno, in un’isola sperduta dell’arcipelago. Le piace girovagare per l’isola alla ricerca di oggetti sospinti a riva del mare. Una sera una terribile tempesta s’abbatte sull’isola, e Tempestina decide di uscire da sola per vederla.

Perché leggerlo?

  • Per la qualità del testo che grazie alla traduzione ottima di Laura Cangemi possiamo goderci appieno. Il testo è semplice e scorrevole, questo lo rende facilmente fruibile, ma non per questo banale. Sono molti i passaggi con termini e metafore originali.

«È una di quelle mattine calme in cui il mare è così liscio che sembra appena stirato.»

  • Per la qualità delle illustrazioni. Lena Anderson usa i colori in modo sapiente, riuscendo a trasmettere le atmosfere nord-europee. Alcune scene sono ricche di dettagli, come quelle interne alla casa in cui possiamo osservare sia gli oggetti che colleziona Stina che gli oggetti di uso quotidiano del nonno. L’autrice riesce bene a caratterizzare i personaggi, in particolare Stina, rappresentata sempre a piedi nudi, rappresenta appieno l’idea di infanzia libera.
  • Per la qualità della trama. A rendere veramente speciale questa storia è il passaggio in cui il nonno trova Stina da sola sotto la tempesta, momento in cui capiamo quanto egli sia un adulto speciale. Il nonno non sgrida Stina per essere scappata nel cuore della notte, al contrario l’abbraccia e le dice: «Sei fradicia, e pure io. No, adesso torniamo a casa e ricominciamo da capo»

Questo passaggio è tutt’altro che banale. Il nonno dimostra di essere in quel momento l’adulto di cui Stina aveva bisogno. Qualcuno che accogliesse la sua curiosità e le spiegasse come poter andare sotto la tempesta in sicurezza.

Se la storia di Stina vi ha incuriosito sappiate che la bambina è protagonista anche di un altro albo illustrato: Stina e il capitan Fanfarone.

Vi aspetto su Instagram e Facebook, dove vi parlerò ancora un po’ di Stina (mi trovate come @alberoalato).

E se vi va fatemi sapere cosa ne pensate in un commento.  

AlberoAlato

«

»

2 COMMENTS

  • Cinzia

    Ciao Giulia, ho visto che in alcuni siti questo libro è consigliato già a partire dai 3-4 anni. Che cosa ne pensi?
    Sto cercando buoni libri per mia figlia di 4 anni con protagonisti bambini, perché sinceramente sono un po’ stanca di storie di animali.

    • Giulia Giordano
      AUTHOR

      Ciao Cinzia,

      4 anni forse è un po’ prestino, io lo proporrei alla scuola primaria. Però puoi provare, non conoscendo nello specifico le abilità come lettrice di tua figlia dirti cosa fare di preciso non mi è possibile. Di sicuro con protagonisti bambini di albi ne trovi anche per la sua fascia d’età (puoi provare anche con Re Valdo e il drago o anche I tre piccoli pirati di Helen Oxenbury). Provate a fare un giro assieme in biblioteca: sono sicura che qualche bell’albo lo troverete!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *